mercoledì, dicembre 29, 2010

Buon Anno



Nell’antichità, una specifica casta sacerdotale interpretava i voleri degli Dei in misteriosi segnali letti nel volo degli uccelli o nel fegato di qualche animale sacrificale e probabilmente erano molto più precisi e attendibili degli attuali economisti.

Per evitare di essere imbrattato dallo stormo di storni che sta volando in questo momento sui cieli della mia città e ripugnandomi l’uccisione di animali per scopi così inutili, proverò perciò ad improvvisare alcune previsioni ed auspici semiseri sull’anno che verrà.

1) Innanzitutto, il 2011 è un numero primo. Quindi, verrà finalmente dimostrata l’ipotesi di Riemann e la legge che regola la distribuzione dei numeri primi.

2) L’Istat introduce nel nuovo Indice di Benessere Economico, destinato a sostituire l’ormai logoro Prodotto Interno Lordo, nuovi parametri più idonei a misurare il progresso del paese, come la quantità di pasticche dell’amore vendute o il numero di escort quotidianamente entranti in Palazzo Grazioli.

3) Il Ministero dello Sviluppo Economico, dopo vani tentativi di trovare qualcosa che cresce, cambia nome in Ministero della Stasi Economica.

4) Il petrolio supera i 100 dollari al barile e la benzina 1,5 euro al litro. Schiere di consumatori e automobilisti inferociti bruciano su roghi improvvisati presunti speculatori.

5) A causa dei costi energetici insostenibili, le ditte degli autotrasportatori privati vengono accorpate in un’ unica nuova società di trasporto denominata TMI (Trasporto Merci Italia) che mantiene l’italianità grazie alla volontà di alcuni capitani coraggiosi e ai soldi dello Stato. Presidente viene nominato Mauro Moretti, nel frattempo licenziato da amministratore delegato di Trenitalia perché sorpreso nottetempo a sabotare i treni di Montezemolo.

6) In tutte le città italiane l’Enel fa installare numerose colonnine per il rifornimento delle auto elettriche e assume autisti per guidare alcune auto elettriche che si riforniscano alle colonnine.

7) Marchionne affida a Carlin Petrini la gestione di FIAT Agricoltura, la società appositamente costituita per riconvertire gli operai del ramo automobile e fare concorrenza al pomodoro cinese e alla zucca indiana. La FIOM non firma il nuovo contratto perché prevede che il sole sorga due ore prima.

8) Dopo l’accordo con Putin per costruire il gasdotto South Stream, Berlusconi avvia ufficialmente in compagnia di un sorridente Veronesi, il programma nucleare italiano, individuando i siti delle nuove centrali. A chi gli domanda cosa se ne farà l’Italia di tutta questa energia in eccesso rispetto al reale fabbisogno, il Presidente del Consiglio risponde: “Mi consenta, il mio governo entrerà nella storia per aver trasformato l’Italia da importatore ad esportatore di energia”.

9) Cade il Governo Berlusconi per l’uscita della Lega, contraria ai nuovi siti nucleari padani occupati dai manifestanti e favorevole alla costruzione delle centrali al Sud.

10) Il nuovo Presidente del Consiglio Vendola annuncia la costruzione, in diversi siti italiani, di moderne centrali eoliche d’alta quota Kitegen, che nel frattempo avevano superato brillantemente la fase sperimentale, dopo che Massimo Ippolito era riuscito ad inventare uno speciale strumento elettronico anti - proprietario dei terreni.

11) Cade il Governo Vendola per l’uscita dell’Italia dei Valori, contraria ai nuovi siti eolici individuati, occupati dai manifestanti guidati da Sgarbi, indignati per la distruzione del paesaggio italiano invidiato nel mondo.

12) Il Chievo Verona vince il campionato di calcio di serie A.

BUON ANNO A TUTTI I LETTORI
(ultima previsione: passati da mille a un milione al giorno)

7 commenti:

Pippolillo ha detto...

Ha dimenticato:
"13- gli italiani guardano di meno la televisione e, cosa strana, cominciano a ragionare con la loro testa."

No, questa no, è proprio fanta-storia.

Noel ha detto...

quella su MelchiorreMarchionne non è male...
Buon anno a tutti voi di ASPO, per quanto posso cercherò di diffondere le vostre notizie ancora di più!

Arturo Tauro ha detto...

Il prof. Bardi finora è stato molto bravo ad azzeccare le previsioni all'inizio dei due anni passati, mi aspetto che centri i "trends" anche per il 2011. Prof. Bardi, se c'è batta un colpo :-)

kurdt ha detto...

asd, splendido, mi sono rotolato.

roberto ha detto...

tutto molto carino, pero' perche' ce l'hai con la fiom che e' l'unica che difende i lavoratori italiani dalla cinesizzazione delle loro condizioni non l'ho capito.

Terenzio Longobardi ha detto...

Beh, Roberto, per l'ultimo dell'anno ho deciso di scrivere un articolo "leggero", per non annoiare con i soliti approfondimenti tecnici. E quando faccio ironia non co l'ho con nessuno, nemmeno con la Fiom. Peraltro, nel passaggio che tu citi, mi sembra che l'ironia sia maggiormente indirizzata verso Marchionne. Buon Anno.

Mauro ha detto...

Neppure una previsione ottimistica....
Speriamo che restino solo ironia.