mercoledì, luglio 16, 2008

Crisi delle compagnie aree


Siccome sono in partenza per Londra, oggi pomeriggio, ho pensato che vi poteva interessare vedere come è strutturato questo biglietto di Meridiana.

Notate la presenza di un "crisis surcharge" (sovrapprezzo per la crisi) di 6 euro. Cosa sarà mai?

Molto più comprensibile il "fuel surcharge" (sovrapprezzo per il carburante) che - notate - costa più del biglietto di andata. Potrebbe essere molto peggio se il petrolio aumenta ancora.

In sostanza, da l'impressione di una situazione di crisi; d'altra parte te lo dicono anche nero su bianco. Con i prezzi del petrolio a questo livello, quanto potranno ancora durare queste compagnie a basso costo? Mah? Ho un po' il dubbio che la prossima volta, a Londra, ci dovrò andare in treno.

20 commenti:

jamesprescottjoule ha detto...

il TG1 recita: " abrogato l'obbligo di certificazione energetica degli immobili " . non sono in grado di interpretare tale misura

Anonimo ha detto...

Le compagnie aeree sono veramente agli sgoccioli, leggete la campagna delle compagnie americane che scrivono una lettera aperta e aprono un apposito sito
http://www.stopoilspeculationnow.com/uploads/An_Open_letter_to_All_Airline_Customers.pdf
http://www.stopoilspeculationnow.com
Luca Lombroso
www.lombroso.it

Daniele Mor. ha detto...

per jamesprescottjoule:

hai 1 link? sarebbe una bella botta ancora di questo governo.

Anonimo ha detto...

Potendo, la soluzione migliore sarebbe non andarci proprio, a Londra.

Ugo Bardi ha detto...

Eh, beh, non è che a Londra ci vado per turismo. Me lo richiede la Commissione Europea per contratto. Certo, prima o poi dovranno smettere di richiedere tutti questi meeting che costano un sacco di soldi e generano inquinamento. Per il momento, comunque, è parte della politica europea di favorire i contatti diretti fra i ricercatori impegnati nei vari progetti. Anche questa cosa, prima o poi, passerà il suo picco.

jamesprescottjoule ha detto...

per daniele mor.

ecco cosa ho trovato:

http://www.wallstreetitalia.com/articolo.aspx?art_id=595059

loro dicono che la certificazione energetica è un " lacciolo burocratico "

Ugo Bardi ha detto...

Abrogato l'obbligo della certificazione energetica. E' vero: la notizia sta su ANSA e oggi non è il primo di Aprile

http://www.wallstreetitalia.com/articolo.aspx?art_id=595059

Anonimo ha detto...

Corriere della sera oggi:
Berlusconi, legge elettorale elezioni europee e immunità parlamentare sono PRIORITA' NAZIONALI (!).
NON picco del petrolio, energie rinnovabili, riciclo dei rifiuti, trasporti sostenibili, agricoltura, stop alle cementificazioni, riscaldamento globale...
TAV (con la nuova società di Montezemolo!), nucleare, edilizia popolare, termovalorizzatori!
Darei una laurea honoris causa a Montezemolo per la nuova società NTV... noi paghiamo e lui guadagna.
fantastico.
Sarò io che non capisco nulla, che
mi dedico a letture come "Piccolo è bello" di Ernet F. Schumacker (1972)... sembra scritto oggi.

ANDREA

Lorenzo ha detto...

Quelli di http://www.stopoilspeculationnow.com
sono ridicoli....

Perché nessuno spiega che la speculazione sui future non ha nessun effetto sul prezzo reale del petrolio...

href="http://krugman.blogs.nytimes.com/2008/06/23/speculative-nonsense-once-again/

den ha detto...

Circa la certificazione energetica bisogna vedere i dettagli, ma se è come sembra lo trovo giusto e vado a motivarlo.

La Legge già da tempo impone di allegare all'atto di vendita l'attestato di qualificazione energetica, l'ex. Legge 10, oggi Dlgs 311/01. Quest'ultimo è un atto ufficiale, asseverato da un tecnico abilitato, non una carta al vento.

La certificazione energetica, tanto nelle nuove costruzioni che nelle compravendite, andava a richiedere che un soggetto terzo - il certificatore energetico - desse una ulteriore valutazione.

Ora, questo certamente può aumentare la sicurezza dell'acquirente circa le prestazioni energetiche. Questa sicurezza però si paga: bene che vada, quando il certificatore si può limitare ad una rapida ispezione, viene poco sotto i mille euro... euro che potrebbero essere investiti altrimenti in efficienza energetica.

Da notare poi che sta bene curarsi dell'energia, ma l'incolumità delle persone non è forse più importante? Eppure di una "certificazione sismica" piuttosto che antincendio non se ne parla, per il residenziale.

Ergo: la certificazione, in quanto calcolo ridondante rispetto a quanto già obbligato dalla Legge, dovrebbe essere lasciata al libero mercato invece che divenire un onere obbligato.

Comunque in tutta probabilità questa abrogazione resterà virtuale, visto che su questi temi le Regioni hanno agio e premura di legiferare in maniera restrittiva. L'Emilia Romagna ad esempio ha già obbligato dal primo luglio ad adattarsi ai requisiti energetici altresì programmati a livello nazionale per il 2010.

Anonimo ha detto...

L'efficienza della compagnia puo' giocare il costo. Quelle meno cercano di coprire con il caro petrolio le inefficienze.
Uso da 4 mesi la tratta Milano Dublino e riesco a stare sempro sotto i 50 Euro (solo andata). Con tre voli disponibili, si può fare di meglio che 437 Euro A/R da Firenze, ma si deve andare a Pisa.

Andrea

Anonimo ha detto...

Anche se lo chiede la CE te lo chiede per te,po e con un po' di organizzazione ed una scelta oculata si riesce ad evitare i balzelli fittizi e poco controllabili giustificabili tranquillamnete oggi come aumento del petrolio.

Anonimo ma (Andrea Mansoldo andrea.mansoldo@eirgrid.com)

Mario ha detto...

Avete notato che il prezzo del petrolio sta oscillando di 10 dollari al giorno?

Anonimo ha detto...

a quanto detto da Den aggiungo che quando ho acquistato casa, per avere il nuovo allacciamento al gas ho dovuto cercare qualcuno che certificasse la conformità dell'impianto del gas: l'idraulico che è venuto ha dato un'occhiata, mi ha suggerito di verniciare di giallo il rubinetto di intercettazione del gas e si è preso qualche centinaio di euro per rilasciarmi una scartoffia. Come la chiamate, voi, tangente, lacciuolo burocratico o cosa?
Mimmo.

Anonimo ha detto...

Il prezzo del petrolio è in risalita, 135,05 $/b.
Prossimo temporaneo traguardo a 150 $/b?
Ugo, adattati da subito all'idea di prendere il treno la prossima volta, è molto meglio...

Paolo B.

Anonimo ha detto...

..........invece Ryanair raddoppia il risparmio per i saldi autunnali su tutte le destinazioni(news 10.7.2008)...quindi?
Ho appena fatto un indagine sulla storia di Frankfurt - Hahn dove Ryanair fa da padrone di casa.
Ma perché non ci si chiede come in mezzo a tutto questo panorama ci sono i voli low-cost e perfino gratis? Le risposte che ho sentite fanno acqua da tutte le parte.. O'Leary (Ryanair) intravede il suo monopolio tra pochi anni - e sembra che abbia alleati sostenitori in abbondanza...
Quindi a Londra con Ryanair, parte da Pisa.
Maria

Anonimo ha detto...

.........il prezzo del petrolio era previsto su 200 dollari da almeno due anni - i soliti( inattendibili) facevano trapelare notizie - non mainstream maturalmente. Ho un libro comprato tre anni fa che descrive quello che sta avenendo oggi. Chavez parla perfino di 300 dollari il barile nel prossimi futuro.
Ma credo che 200 siano una soglia funzionante....
Maria

Alessandro ha detto...

Secondo l'ultimo report di EUROSTAT
nel periodo JUN07-JUN08 i prezzi del trasporto aereo sono aumentati dell'11,5% mentre quelli dei carburanti per il trasporto del 18,5%

http://epp.eurostat.ec.europa.eu/pls/portal/docs/PAGE/PGP_PRD_CAT_PREREL/PGE_CAT_PREREL_YEAR_2008/PGE_CAT_PREREL_YEAR_2008_MONTH_07/2-16072008-EN-AP.PDF

Stefano Marocco ha detto...

Comunque complimenti per la scelta del sistema operativo Linux! Altro che M$ Vista che ha costretto a buttare via milioni di PC a causa di una GUI inutile e pesante. Ma pure qui ci sarà il picco.

Anonimo ha detto...

....il mio commento potrebbe essere malinteso e suonare pubblicitario per i voli low-cost invece voleva essere una ironia e tutto il contrario.
Ryanair resta in piena espansione autunnale con accennati sconti. Riceve sovvenzioni e privilegi su cui sarebbe da indagare.
C' è qualcosa di molto poco chiaro in questi voli a bassissimo costo - la corruzione inizia dal basso .... piccoli ( e per molte persone grandi) vantaggi fanno tacere.
Non può esistere motivo valido per offrire voli a 10 Euro a Londra oppure centinaia di migliaia di voli gratis(mensilmente) come sono stati offerti per anni.
Maria