martedì, luglio 29, 2008

Attività estrattive

serbatoio di camionCon i prezzi del gasolio in crescita, si sta diffondendo un nuovo tipo di attività estrattiva. Nottetempo in diversi stati USA furgoni con una piccola cisterna al traino e un lungo trapano si fermano alle stazioni di servizio, improvvisano un piccolo pozzo petrolifero e vuotano la cisterna sotterranea del distributore.
Più in piccolo, in tutto il Portogallo individui con un piccone, un tubo, pompa a mano e taniche forano i serbatoi dei camion (500-1000 litri di gasolio, 700-1500 euro di bottino). Spesso, riempite le taniche, lasciano spandere a terra il resto. Il gasolio viene poi rivenduto ad un fiorente mercato nero, a prezzi attorno all'euro al litro.
Sono bersagliati in particolare i cantieri, dove i proprietari stanno cominciando ad assumere vigilantes, ma cominciano ad essere coinvolte anche le auto, in particolare i SUV (del resto è lì che il gasolio va a finire...).
Negli USA alcuni analisti stimano che i furti di gasolio dai camion, quest'anno, ammonteranno a circa l'8% del carburante utilizzato nel settore. Qui i ladri in genere forzano i tappi, e stanno diffondendosi appositi sifoni antifurto. Una ditta inglese reclamizza i suoi antifurto a infrarossi. Qualcuno propone di lasciare in giro esche riempite di dieselolio di frittura zuccherato (l'utilizzatore ci penserà due volte prima di comperare al mercato nero....).
Neppure i serbatoi di olii vegetali esausti dei ristoranti sono al sicuro, per via dell'aumento dei costi del biodiesel. Almeno verranno riciclati...

A parte le considerazioni alla Mad Max (prepariamoci alla china scivolosa del picco del petrolio, questo sarà il nostro futuro prossimo), il tutto mi ricorda molto il PIL. Tutto questo sta aumentando, oltre naturalmente il PIL, le vendite di prodotti petroliferi, dato che lo stesso gasolio viene venduto due e forse pure tre volte. Potremmo definirla una fonte di "liquidi non convenzionali", da aggiungere alla produzione mondiale. Ma la quantità totale di petrolio utilizzato, tra quello sparso in terra e quello usato dai ladri stessi, diminuisce. Come la "ricchezza" prodotta realmente.

9 commenti:

Frank Galvagno ha detto...

uhm non escludo scenari di "riscaldamento fai da te", in cui ampie fasce un tempo umili e ora povere bruceranno ogni sorta di porcheria

armando boccone ha detto...

Gianni,
leggendo il post ho avuto l'impressione che le cose dette fossero non vere!
Quali fonti hai utilizzato?
Armando

Gianni Comoretto ha detto...

Per Armando: le fonti sono quelle dei link nel testo. In particolare The Oil Drum Europe, che rimanda ad articoli di giornale

Anonimo ha detto...

............c'è chi il caos lo sta coltivando e le solite fasce saranno prese di mira e non dove veramente parte ... quindi focalizziamo i creatori che spingono verso un self-service qui accennato senza disegnare un futuro dei soliti piccoli delinquenti (che non voglio giustificare ) Occhio piuttosto ai creatori di un sistema ammalato che producono questi "sintomi" come "naturale " conseguenza. .Quindi attenzione ai producer del cancro sociale ...

Post-iT ha detto...

◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘
QUESTO ARTICOLO è STATO SCELTO PER LA PUNTATA DI POST-IT DEL 30 LUGLIO.. in diretta alle 19 su c6.tv (la registrazione la troverete poi su c6postit.blogspot )

Grazie per l'interessante articolo.

Chiunque voglia segnalare un post letto o scritto troverà nel nostro blog (c6postit.blogspot.com) un ottimo strumento per amplificare le proprie idee.
Aspettiamo tuoi appunti e segnalazioni su altri articoli interessanti.!
◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘

Palomar ha detto...

… oltre alle preoccupanti implicazioni sociologiche, c'è anche quella più pragmatica del rischio incendi…

Anonimo ha detto...

...chi ha detto che il petrolio sta finendo? O che siamo al picco? Il prezzo mi sembra che stia scendendo (siamo intorno a 120 dollari per barile). Non c'è troppo catastrofismo in giro?

VALDO

Gianni Comoretto ha detto...

Il petrolio a 120 sembra basso? 6 mesi fa sembrava catastroficamente e irrealisticamente alto. Questione di punti di vista...

Hanmar ha detto...

In Nigeria le popolazioni locali forano regolarmente gli oleodotti per rubare petrolio, a volte con conseguenze tragiche.

Saluti
Hanmar