giovedì, agosto 30, 2007

Un anno di blog ASPO-Italia


Il 30 Agosto 2006, partivamo con il primo post del blog "ASPO-Italia". A un anno di distanza, possiamo dire che il blog ha avuto un buon successo. La blogosfera è assai affollata, ma ASPO-Italia sembra avere una sua nicchia; non è fra i super-blog di successo ma un suo seguito ce l'ha senz'altro. Vedete qui sopra uno dei diagrammi di Google analytics che mostra i visitatori dal momento in cui ho cominciato a registrare questi dati (Novembre 2006). Notate la periodicità settimanale e anche quella stagionale, con i visitatori che cominciano a riprendere in questi giorni, dopo la pausa estiva.

L'unico problema, all'inizio, è stato superare la concorrenza del forum "petrolio", cosa che causava la tendenza dei visitatori a commentare sul forum invece che sul blog. Per qualche mese è sembrato un blog cimiteriale, assolutamente privo di commenti; mentre invece il dibattito sui post si svolgeva sul forum. Poi i commenti hanno decollato

Più che altro sono stato io a infliggere post a tutti, ma vorrei ringraziare vari collaboratori per aver postato sul blog, Toufic el Asmar, Pietro Cambi, Massimo de Carlo, Gianni Comoretto, Franco Galvagno, Leonardo Libero, Terenzio Longobardi, Pierluigi di Pietro, Eugenio Saraceno, e altri....? Boh? Non mi ricordo più, spero di non essermi dimenticato di nessuno. Nel caso, mi prostro in scuse in anticipo. Ringrazio anche Debora Billi, la mitica "Signora del Petrolio" per i suoi preziosi consigli su come fare e gestire un blog.

Non sono riuscito a capire come si fa a contare i post; a occhio direi che ne abbiamo diverse centinaia. I primi 5 post più visti sono stati

"Lo scoppio della Bolla immobiliare" 1802 hits
"Ridateci la 500" 1215 hits
"Il ritorno di Re Carbone" 871 hits
"Il mio primo tetto fotovoltaico" 852 hits
"Non si può abrogare la legge di gravità" 844 hits


Ringrazio tutti quelli che hanno contribuito in un modo o nell'altro al
successo del blog. Vediamo se riusciamo a continuare così



...

2 commenti:

Leonardo Berlen ha detto...

Mi congratulo con lei per la qualità del blog, che visito regolarmente e con vero piacere. Inoltre, appoggio e condivido l'idea e il progetto di una mobilità privata a trazione elettrica, argomento tanto concreto quanto eluso da gran parte dei nostri decisori pubblici, ma anche da esperti di tecnologia energetica, sempre più orientati verso i biocombustibili e l'idrogeno.
Leonardo Berlen

Frank Galvagno ha detto...

Congratulazioni a Ugo e a tutti voi! Ringrazio ASPO per aver ospitato i miei post.

Da parte mia "ribalto" spesso i vostri post alla mia "cerchia" di conoscenze (circa 60 indirizzi simultanei). Anche qui, i numeri sono piccoli, l'inerzia è tante ma qualcosa si muove.

Insistendo, cresceremo, non per volontà di potenza ma di INFORMAZIONE, quella più corretta e imparziale possibile, che non può che avere basi scientifiche.