mercoledì, agosto 15, 2007

Gli eredi di Wanna Marchi: i grandi imbroglioni sul clima


Oggi è ferragosto e mi è venuto in mente di passarvi una cosetta leggera, per farci sopra quattro risate. Vedete qui sopra una figura che viene dal blog "JunkScience", ovvero "scienzaspazzatura". Ufficialmente è dedicato a smontare le bufale scientifiche, in pratica è un sito negazionista dedicato alla demolizione del concetto di riscaldamento globale causato dall'uomo.

L'ultima trovata di questa gente è quella di mettere su una specie di concorso intitolato "la sfida finale sul riscaldamento globale" dove offrono 100.000 dollari (!!) a chi riesce a smentire due delle loro affermazioni, ovvero che:

1. Le emissioni di gas serra non causano cambiamenti climatici significativi.
2. Il riscaldamento globale che si verificherà da qui al 2100 darà più benefici che danni

Interessante, forse. Ma il bello viene dopo e va detto che questi hanno almeno il merito di mettere le cose in chiaro. In primo luogo, per partecipare al concorso bisogna pagare 15 dollari. In secondo luogo, indovinate chi giudicherà se le smentite sono valide o no. Eh, si, proprio lo staff di "Junkscience" i quali, per essere proprio sicuri di cascare in piedi hanno scritto che "i partecipanti riconoscono che i concetti e i termini menzionati e ai quali ci si riferisce nelle ipotesi dell' "Ultimate Global Warming Challenge" sono necessariamente e inerentemente vaghi e implicano un giudizio soggettivo" In sostanza, ti dicono che qualunque cosa uno gli possa scrivere, loro si riservano il diritto di dire che è sbagliata (e magari anche di farti anche un bel pernacchione come risposta). Poi, ovviamente, si tengono i 15 dollari!

Bene, arrivati a questo punto mi viene in mente che il confronto con Wanna Marchi è sleale nei confronti della signora Marchi. Lei, almeno, dopo che avevi pagato, il tronchetto della felicità te lo mandava con tanti ringraziamenti. Questi qui, ti vorrebbero portar via 15 dollari senza darti niente in cambio, anzi, prendendoti anche per il xxxx.

In un certo senso, è bene che questa gente scriva queste cose sul web; almeno appare chiaro che razza di imbroglioni sono. In un altro senso, rivedendo quello che ho scritto, mi accorgo che non è poi una cosa tanto da riderci sopra in un ferragosto rilassato.

Questi qui stanno - letteralmente - scherzando col fuoco. La vita di miliardi di persone dipende da certe cose che faremo o non faremo a proposito del riscaldamento globale e questi se ne fanno una scusa per divertirsi a prendere in giro la gente e portare via 15 dollari agli allocchi che ci cascano. Chissà se si rendono conto loro stessi del danno che stanno facendo.


...


2 commenti:

ariafritta ha detto...

Sono andato a vedermi il sito.

I libri scritti dall'autore di JunkScience sono -guarda un po'- pubblicati dal CATO Institute, ovvero i talebani del libero mercato...

mauriziodaniello ha detto...

Bellissimo, se è legale in America si possono fare tanti soldi con i gonzi !

Es: versando 15$ trovare una prova che questo è rosso, ovviamente il giudicante è daltonico !

:-))