martedì, settembre 30, 2008

Cosa sta succedendo?


Questo è l'indice "Dow Jones" industriale degli ultimi 5 anni. Mi dicono spesso che vedo picchi dappertutto. Può darsi, ma questo mi sembra proprio un bel picco, seguito da una discesa altrettanto bella (per così dire...).

La discesa dell'indice è cominciata con lo scoppio del bubbone dei mutui "subprime" verso la fine del 2007. Ma, evidentemente, c'è qualcosa di profondamente bacato in tutto il sistema finanziario che, da allora, è in discesa, sia pure sobbalzante.

C'è di mezzo il picco del petrolio? Beh, a mio parere si, seppure indirettamente. L'aumento dei prezzi del petrolio mette sotto stress tutto il sistema e ne tira fuori le magagne; per esempio quella dei subprime.

Il petrolio è una cosa reale, sarà molto difficile abituarsi a farne a meno. Il mondo finanziario, invece, è fatto della materia di cui sono fatti i sogni. Forse ne potremo fare a meno senza soffrirne troppo

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Ugo,
è davvero un blog interessante questo. Neanche al NTE forum mi hanno saputo però rispondere sul dato UNI sui valori d'irraggiamento delle province italiane, strano per Imola (che credo errato, dato l'alto valore).
Per quanto riguarda il picco del Dow Jones c'è da dire che questo è uno dei tanti, non penso che il mondo finanziario finisca.
Il ribasso, per la finanza, è come il rialzo: offre ugualmente una grossa possibilità di speculazione, anzi, molto superiore.
E' forse finito il mondo dei derivati dei derivati, ossia di quegli strumenti inventati per moltiplicare la carta. E poi....forse troveranno il modo di cambiargli nome e rivendere anche quelli. D'altra parte i casinò sono sempre vivi e vegeti e l'uomo non può fare a meno delle scommesse sul futuro.
Fabrizio

Pippolillo ha detto...

Qualcuno dei "grandi" della Terra si sta svegliando, cominciano a dire che tutto il sistema economico mondiale è da rivedere.
Le agenzie di rating non servono a nulla, pensate alle obbligazioni Lehman&Brothers, ancora poche ore prima che si sapesse del fallimento erano valutate AAA, cioè il massimo della sicurezza!
Come al solito ci perdono sempre i poveracci.
Chissà come va il picco della vendita di SUV nel mondo?
E quella delle barche superiori ai 12 metri? Sono calanti o stabili?
La Regione Liguria sta investendo in porti, colate ci cemento sulle coste già martoriate, chissà che tipo di sviluppo pensano di dare a quella regione, mah.

Anonimo ha detto...

anche a me dicono che vedo picchi dappertutto...

Anonimo ha detto...

L'aumento dei carburanti ha portato molte famiglie americane a non pagare i mutui?Comunque se siamo vicini al picco, questa crisi non ci voleva proprio. Cosa si dice da queste parti?

paolomot ha detto...

Probabilmente questa crisi ci consente qualche boccata d'aria in più per quanto riguarda il picco del petrolio, però questa crisi porterà molti danni...