martedì, ottobre 07, 2008

Il magro pasto del viaggiatore internazionale

Coca cola e panino denominato "Mozzarella Ciabatta". Il pranzo in classe economica per il malcapitato che vola da Zurigo a Varsavia.


Io e Toufic el Asmar abbiamo deciso di investire un barile di petrolio (più o meno) per andare a Varsavia per la riunione del progetto RAMSES (di cui vi ho parlato in un altro post) dove il veicolo che abbiamo costruito sarà valutato e certificato dall'Istituto di Ricerca sulla meccanizzazione agricola (IBMER).

Nell'ipotesi che tutti questi voli che ci tocca fare vi sembrino una cosa da invidiare, vi passo una foto di quello che ci è toccato in sorte come pranzo. (per scelta e per magro budget, viaggiamo quasi sempre in classe economica). A proposito di questo oggetto di assai dubbia commestibilità, vi posso dire che a) il sapore è del tutto comparabile all'aspetto esteriore (ovvero schifoso) b) il ripieno era in forma di fette di formaggio bianchiccio immerso in una salsa verdastra indefinibile e c) non era Alitalia e nemmeno una low-cost polacca, ma una compagnia aerea che, in altri tempi, passava per essere una delle migliori. Il prossimo volo, mi aspetto una manciata di croccantini per il gatto in una ciotola

Vi racconto questa storia non per lamentarmi. Dopotutto, nella situazione attuale, c'è tanta gente al mondo che con un panino MozzarellaCiabatta ci farebbe festa; se lo avesse. E' solo per notare come la crisi delle compagnie aree sia ormai generalizzate se si sono ridotte a dover risparmiare su tutto a questo livello. Insomma, il prezzo del barile si riflette sulla qualità del panino.

Come finale considerazione sulla qualità dell'oggetto "MozzarellaCiabatta", vi passo una foto dell'etichetta con gli ingredienti.

12 commenti:

Weissbach ha detto...

È quasi peggio di un
Orange Moka Frappuccino!

Anonimo ha detto...

urca...panino al colorante.
come dessert,vi hanno almeno offerto un antiemetico?...

Anonimo ha detto...

in compenso, accanto al panino al colorante, c'è un bicchiere di solvente.

Anonimo ha detto...

Era l'aereo di Fantozzi... Con l'hostess vecchia e scostumata che chiedeva:"Che vòi? Cozze o lupini?"

Pippolillo ha detto...

Vediamo l'aspetto positivo, tra gli ingredienti non mi sembra di leggere grassi idrogenati perciò non è così malvagio il panino.
Le altre cose che iniziano per E è solo perché è un volo Europeo, nulla di pericoloso pertanto.

O no?

francesco g ha detto...

scuste il fuori tema; volevo chiedere a Ugo Bardi se ha dei dati sul costo delle batterie litio metallo polimero.
grazie

Anonimo ha detto...

...... ma - erano anni che non volavo e ho preso la Lufthansa quest' estate.
Pranzo-Shock - rispetto ai miei ricordi. Bella documentazione fotografica. Non ho avuto l'idea di fare altrettanto. Non avevo neanche mangiato. Ho preso un bicchiere di acqua.


Tempi magri in arrivo.

Maria

Anonimo ha detto...

La compagnia è la Swiss ed è effettivamente considerata una delle migliori. Risorge comunque dalle ceneri della fallita Swissair. Il panino è dell'azienda Bell, che in Svizzera passa per essere un'azienda che sforna prelibatezze. In questo caso specifico non credo che sia questione di risparmi. E' che a Zurigo questa roba qui è davvero considerata squisita. :-)

Anonimo ha detto...

Zurigo-Varsavia non è proprio il giro del mondo: la prossima volta prendete il treno e portatevi il cestino da casa. Non scherzo.

Fabio80s ha detto...

Squisito o non squisito, con sostante chimiche non identificate oppure no, quello è un pasto veramente magro e sconsolante ed è questo il concetto che dovrebbe essere facilmente intuito guardando la foto...

Bricke ha detto...

Per citare una famosa pubblicità al rovescio "ha la lista di ingredienti più lunga che c'è"!

Anonimo ha detto...

ma portarsi pane e salame e una mela da casa no ?