mercoledì, ottobre 31, 2007

Tanto di cappello!


In un articolo su "Science" del 1998, Colin Campbell e Jean Laherrere portavano all'attenzione del mondo scientifico la questione del picco globale del petrolio. Nel loro articolo avevano ripreso e aggiornato il lavoro fatto qualche decennio prima da Marion King Hubbert e che era sparito dalla memoria collettiva con l'ondata di ottimismo degli anni '90. C'era voluto molto lavoro e molto coraggio per pubblicare quell'articolo che, fra le altre cose, arrivava proprio nel momento in cui i prezzi del petrolio erano in discesa da qualche anno. Poco dopo, nel Marzo 1999, l' "Economist" avrebbe sparato la fesseria del secolo prevedendo che il petrolio a 10 dollari al barile poteva essere "dietro l'angolo".

Vedete nella figura la predizione di Campbell e Laherrere. Il picco globale era dato, all'incirca, per il 2004. Non è stata una predizione perfetta, come le predizioni non possono mai essere; in particolare Campbell e Laherrere non avevano previsto la ripresa della produzione dei paesi dell'ex-Unione Sovietica che ha spostato il picco di un paio di anni in avanti. Comunque, tanto di cappello ai predittori: secondo gli ultimi dati, il picco globale è stato nel 2006. Vorrebbero farle tutti delle predizioni così!

Trovate qui l'articolo originale su Science. Su www.aspoitalia.net, trovate alcuni degli articoli originali di Hubbert tradotti in Italiano da Dante Lucco, Giovanni Pancani e Claudio Della Volpe



...

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Hubbert è uno di quei visionari che dispiace siano morti, si vorrebbe sentire la loro opinione sugli eventi attuali. Un po'come si fa spesso per Pier Paolo Pasolini.
Strano connubio a pensarci, vero?

Anonimo ha detto...

ero sempre Debbi che si scorda di firmare...

Max ha detto...

Salve ,
a proposito di previsioni azzeccate segnalo questo post sul picco del carbone negli Appalachi in America del Nord .
http://www.dailykos.com/story/2007/10/30/02451/772